Ermal Meta potrebbe vinere il Premio Amnesty International Italia 2018, al quale è candidato con la sua “Vietato morire”. Il riconoscimento va alla migliore canzone italiana sul tema dei diritti umani dell’ultimo anno e i candidati in tutto sono dieci. Oltre a Ermal Meta ci sono “L’uomo che permette” di Caparezza, “Ora d’aria” di Ghali, “Affermativo” di Jovanotti, “L’uomo nero” di Brunori Sas, “Stiamo tutti bene” di Mirkoeilcane, “Deserto” di Clementino, “Stelle Marine” de Le Luci della Centrale Elettrica, “Gli anni del silenzio” dei Decibel e “Socialismo tropicale” de Lo Stato Sociale.

0 66

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.