Palazzo Roverella a Rovigo dal 17 settembre al 14 gennaio, ospita la mostra “I Nabis, Gauguin e la pittura italiana d’avanguardia”. L’esposizione comprende un centinaio di opere molto conosciute e di grandi emozioni. Sono opere che parlando di ambienti paesaggistici, fuori dalla città, quasi come se gli autori fossero alla ricerca del valore purificatore degli elementi naturali. Colori intensi, emozioni violente, profili marcati, una visione unica, tra i Fauves, l’Art Nouveau e l’Espressionismo. Da Paul Gauguin a Gino Rossi, Felice Casorati e Arturo Martini, fino ai protagonisti del Sintetismo come Paul Serusier, Emile Bernard, Paul Elie Ranson, Maurice Denis e gli svizzeri Cuno Amiet e Felix Vallotton.

0 68

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.